La capitale del rinascimento italiano

È una delle maggiori mete del turismo artistico mondiale, per la sua storia e per i tanti monumenti e opere d'arte in essa contenuti.

Riconosciuta patrimonio mondiale dell'UNESCO, è universalmente considerata come una delle capitali del Rinascimento italiano. A tale periodo rimandano infatti i numerosi edifici del centro storico, primo fra tutti il bellissimo Palazzo Ducale con i due Torricini che ne caratterizzano la facciata, simbolo del potere e della ricchezza dei duchi del Montefeltro. Ricco di ambienti suggestivi come il Cortile d'Onore, i Sotterranei e lo Studiolo, il palazzo è oggi sede della Galleria Nazionale delle Marche, il cui apparato pittorico conta dei veri e propri capolavori: la "Flagellazione" e la "Madonna di Senigallia" di Piero della Francesca, la "Muta" di Raffaello, la "Profanazione dell'Ostia" di Paolo Uccello e la "Città Ideale" del Laurana.
Nell'antico quartiere artigianale è invece possibile visitare la Casa natale di Raffaello Sanzio. In questa abitazione il pittore trascorse i primi anni della sua vita a contatto con l'arte, appresa nella bottega del padre Giovanni Santi.
Nel quartiere medievale di San Giovanni si trovano due piccoli oratori che custodiscono grandi opere d'arte. L'Oratorio di S. Giovanni conserva al suo interno un ciclo di affreschi del primo Quattrocento, eseguito dai fratelli Salimbeni di Sanseverino, illustri testimoni del "gotico internazionale". L'Oratorio di S. Giuseppe contiene un bel presepe di Federico Brandani, gruppo scultoreo realizzato tra il 1545 e il 1550.

Non vedi l'ora di partire?

Prenota subito